Azienda

P1010322A metà degli anni settanta, senza l’ausilio di scuole specialistiche, Giancarlo Candeago inizia la propri attività di fabbro presso una bottega cortinese.
Dopo pochi anni decide di mettersi in proprio, eseguendo oggetti su commissione. La mole di lavoro diviene però tale da richiedere l’ausilio di collaboratori: la sua officina conta oggi una ventina di dipendenti, cresciuti sotto la guida del loro maestro.
L’ispirazione deriva a Candeago dallo studio della natura: molte delle sue creazioni riproducono infatti le forme più belle di questo meraviglioso universo.
Ma altrettanto evidente, nella sua opera, è la ricerca della perfetta consonanza storica e filologica, fra le forme architettoniche e i preziosi complementi da lui ideati: cancelli (anche blindati), scale, inferriate, ringhiere, serramenti, porte (anche blindate), cappe, caminetti, tavoli, sedie, librerie, letti, cornici, lampade, serrature, ferramenta, oggettistica arredo.
Candeago è presto risultato essere tra i più ambiti artigiani assicurandosi il prestigioso riconoscimento della "Qualifica di Artigiano Artistico del Ferro Battuto", da parte della Regione Veneto ed ha in seguito ricevuto incarichi e commissioni in tutta Italia, per poi allargare il proprio raggio d’azione in Europa e America.
Le sue opere divengono fondamentali punti di forza dell’arredamento di abitazioni private e alberghi.
Svariate sono le pubblicazioni inerenti la sua attività di fabbro artigiano: AD, Casa Mia, La Mia Casa, Brava Casa, Percorsi Italiani: sono queste alcune delle riviste che hanno dedicato al suo lavoro la loro preziosa attenzione, primo fra tutti il mensile AD, Architectural Digest, che puntualmente si fa interprete delle sue meraviglie in ferro e che a lui ha riservato ampio spazio nel corso degli anni.